martedì 13 agosto 2013

Bruxelles

Dal rigore di Francoforte alla stravaganza della capitale belga.
Mattinata in autostrada, 400 km di trasferimento, rallentato parecchio da un incidente tra mezzi pesanti che mi ha fatto perdere un'oretta buona.
Nel mezzogiorno arrivo quindi a Bruxelles, prima tappa il quartiere fiera dove coi suoi 102 metri di altezza troneggia l'Atomium, grandiosa installazione inaugurata per l'esposizione universale del 1958, ed originariamente destinata ad essere smantellata dopo 6 mesi, rappresenta un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte.
La coda per entrare è lunghissima, e nonostante sia attratto dal vedere le città dall'alto, il monumento è situato nel quartiere espositivo, e il panorama so non essere granchè. Preferisco quindi guardarmelo da sotto in tutte le angolazioni, è sicuramente una cosa singolare.


Mi son spostato poi in città dove ho fatto visita all'imponente struttura che ospita il Parlamento Europeo. Come nella sede di Strasburgo la prima cosa che balza all'occhio sono le installazioni di benvenuto alla Croazia, che dal primo luglio è entrata ufficialmente nella UE. Qui a Bruxelles c'è un bellissimo centro visitatori gratuito, con audioguida in tutte le lingue dell'Unione, che, se non chiarisce le idee, se non altro da un sacco di informazioni sulle competenze di questa istituzione.
Poi vai al touchscreen dedicato ai componenti dell'emiciclo e scopri che l'On. Zanicchi Iva è Eurodeputato e ti vien voglia di spaccare tutto... ma vabbè... altro che "prendi questa mano zingara"!
EIOPAGO!



Arrivo in centro nel primo pomeriggio e qui la sorpresa: c'è un sacco di gente a piedi per le vie ad esclusivo accesso pedonale che caratterizzano questa piccola capitale, dove si vende il cioccolato e la buona birra trappista, una città fatta di gente di strada, artisti, musicisti, vagabondi e nel cuore di questo tessuto urbano quasi deserto e piuttosto privo di tratti caratteristici si celano una Gran Place ed una cattedrale stupende. Un'ottima cornice per una cenetta in centro innaffiata da Chimay blu gran riserva.
Cos'altro volere?
Bonne nuit.



Nessun commento:

Posta un commento

Un po' di RDGA

Preparare il viaggio di agosto significa anche tornare ad avere l'abitudine a stare in sella tutto il giorno, e dove farlo se non nei ...