sabato 13 luglio 2013

Quaranta

E così ieri è stato l'ultimo giorno della mia quarta decade di vita. Da oggi pare che si diventi grandi davvero, almeno così dicono, perché temo che per me le cose non siano esattamente così.
Grazie al cielo lavoro sempre molto, con impegno e coscenza, ma ho deciso che i festeggiamenti per questo mio compleanno non saranno solo oggi, ma sarà come nel 2012 per il 150° dell'unità d'Italia, dureranno tutto l'anno! Ed infatti: ho assistito a 30 concerti più qualche spettacolo teatrale fino ad ora, poi c'è il solito girovagare in moto, insomma, questo è quello che mi piace condividere con tutti voi e mi piace scrivere in questo piccolo spazio le emozioni che tutto ciò mi sucita. Mi è già stato chiesto se allora l'anno prossimo smetterò. Vedremo. (faccina che sorride)

Qualcuno potrebbe giustamente pensare che faccio la bella vita, che meglio di me non si può stare, ed è vero, io stesso non mi lamento, ma c'è sempre un rovescio della medaglia, e mentre i miei amici vanno al lavoro per "riposarsi" dagli estenuanti ritmi familiari, io mi commuovo alla sola vista dei loro figli.
Se deve andare così non importa, non mi piango certo addosso, non no nulla per cui farlo, anzi, sono molto sereno e felice.

Oggi passo ufficialmente da single a zitello. Rimango un "ragazzino". Ma la matematica non è un'opinione: sono quaranta.

Nessun commento:

Posta un commento

The Silk Road - 3° parte - ...fino alla meta, ed oltre.

8 agosto 2018 Oggi percorro una splendida tappa, se non fosse per la preoccupazione dei problemi doganali che certamente mi troverò ad ...