sabato 5 maggio 2018

Rifugio

Non ne potevo più, non vedevo l'ora di scappare da tutto e da tutti, di rifugiarmi sulle mie montagne, unico luogo di vera pace e serenità. Nonostante la primavera inoltrata quest'anno è venuta tantissima neve ed i valichi di alta quota hanno avuto qualche problemino anche nella riapertura. Ma ieri sera ho controllato i vari bollettini, al colle della Maddalena è finalmente cessato il pericolo valanghe ed è aperto senza limitazioni. Il meteo non promette bene però... fa niente, ho troppa voglia di rifugiarmi in Ubaye, lassù dove mai come in questo periodo non c'è nessuno.
Niente moto quindi, e faccio bene perchè ha piovuto praticamente tutto il giorno, ma godermi la pace e la solitudine nei miei luoghi del cuore, anche chiuso dentro una scatola di lamiera, non ha prezzo.
Il sedile vuoto accanto ha il suo peso, e la playlist di Fabio Concato, le cui poesie ascolto sempre nei miei momenti di riflessione, contiene quella canzone che esattamente tre anni fa cantavo col magone (https://www.youtube.com/watch?v=P4XTG_kgATQ è questa, ma non ascoltatela, leggetela) ma a fatica cerco di non badarci, l'importante è voler bene a se stessi ed essere innamorati di qualcosa, ed io per questi luoghi ci ho veramente perso la testa.


Nessun commento:

Posta un commento

Dernier weekend

Le strade son tante, milioni di milioni... ah no, quelle erano stelle! Ma vabbè, poco importa, anche le strade sono tantissime ed il recars...