giovedì 13 marzo 2014

Tornata

Si è chiuso il giro, tutti sono tornati alla base: piloti e mezzi.
Ieri sono andato a Genova a prendere la moto, lasciata dentro un container due mesi e 8 giorni fa al porto Dakar, in Senegal.
Dopo non poche difficoltà logistiche portuali, al pari dei paesi africani dai quali la spedizione proveniva, alla presenza dell'ispettore della dogana abbiamo levato il sigillo al contenitore e finalmente ho potuto metterle ancora le mani sul manubrio e spingerla fuori da quei 40 piedi bui e puzzolenti.
Sporca all'inverosimile e con l'ammortizzatore posteriore scoppiato dalle scorribande africane si è fatta riabbracciare nel migliore dei modi: con tutta la dignità che si possa attribuire ad un mezzo meccanico, il boxer è partito al primo colpo senza la minima esitazione.
Reindossati tuta e stivali ancora tutti pieni di sabbia e polvere del deserto sentirla rombare dentro le gallerie della A7 è stata musica per le mie orecchie.

Ora necessita di qualche cura, da effettuarsi in officina per una seria messa a punto. Siamo sulla soglia dei 108000 chilometri, ed abbiamo intenzione di farne insieme almeno altrettanti.
Sempre Unstoppable.
Bentornata.



2 commenti:

Un po' di RDGA

Preparare il viaggio di agosto significa anche tornare ad avere l'abitudine a stare in sella tutto il giorno, e dove farlo se non nei ...